I NOSTRI HOTEL

100
motivi per
venire ad
Abano Terme

Curare Malattie e Patologie Respiratorie

Negli ultimi anni il numero delle malattie respiratorie è notevolmente aumentato a causa del peggioramento delle condizioni ambientali e di uno stile di vita non sano. Le terapie termali inalatorie sono utilizzate e riconosciute scientificamente nella cura delle patologie delle vie respiratorie e nella prevenzione delle riacutizzazioni infettive. Il ruolo di tali trattamenti assume sempre più importanza in considerazione del fatto che si rivolgono a patologie ad alto impatto epidemiologico sia per l’infanzia, per quanto riguarda le alte vie respiratorie, sia per la terza e quarta età per le basse vie respiratorie.

BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva)
Malattia polmonare progressiva, non completamente reversibile, che ostruisce le vie aeree, rendendo difficoltosa la respirazione. L’ostruzione può migliorare solo in parte con la terapia farmacologia. Principali fattori di rischio: fumo di sigaretta, polveri e agenti chimici, inquinamento atmosferico. Sintomi: dispnea, tosse, respiro sibilante e mancanza di fiato durante sforzi anche modesti. Molti pazienti sono affetti da tosse cronica che è particolarmente intensa al mattino. Con la progressione della malattia gli intervalli fra le riacutizzazioni divengono più brevi fino a provocare ipossemia con cianosi.

Rinite vasomotoria
L’infiammazione della mucosa nasale, che è causata da virus o batteri, è ancora immunologia. La mucosa nasale è sensibile a fattori esterni come caldo, freddo, variazioni di umidità, fumo di sigaretta e stimoli emozionali. Sintomi: congestione nasale, prurito, voce nasale e starnuti. Le allergie nasali, le continue infezioni, il fumo, l’uso ripetuto di alcune gocce e spray nasali portano ad un’infiammazione cronica che causa un gonfiore dei turbinati e un’acutizzazione dei sintomi associati.

Sinusite
Processo infiammatorio a carico della mucosa dei seni paranasali, che può manifestarsi sia in forma acuta che cronica. Negli adulti si considera cronica con sintomi che durano più di 8 settimane; in età pediatrica si considera cronica se persiste oltre 12 settimane o per 6 o più episodi all’anno. Sintomi: frequente raffreddore, difficoltà a respirare, scolo di muco dal naso e mal di testa.

Faringite
Processo infiammatorio a carico della mucosa della faringe che può manifestarsi in forma sia acuta che cronica. L’insorgere della forma cronica può essere dovuta al passaggio di secrezioni mucose nel naso, all’ostruzione respiratoria nasale, all’abuso di alcool e di fumo, ad ambienti di vita e di lavoro con clima secco, surriscaldato o con polveri e vapori, a polipi e tonsillite. L’acutizzarsi della malattia si esplica con mal di gola, tosse e prurito alla gola.

Laringite
La forma più acuta può essere provocata da infezione da virus, da allergia a polline, da medicinali, da prolungata esposizione al freddo (p.e. aria condizionata) e da inquinamento dell’aria. Sintomi: mal di gola (anche a mangiare e a bere), raucedine, difficoltà a parlare, tosse secca, talvolta difficoltà a respirare. Inoltre il fumo e l’abuso di alcol possono portare ad un’irritazione delle corde vocali.

Tracheobronchite cronica
Affezione infiammatoria della mucosa tracheale, spesso complicanza comune a malattie virali. Sintomi: tosse secca irritante associata a fastidio o dolore restrosternale. I cambiamenti climatici (caldo/freddo) intensificano i sintomi. È frequente l’interessamento dei bronchi con conseguente senso di costrizione toracica, respiro sibilante o mancamento di fiato. Quanto più il processo si spinge giù nell’albero respiratorio, tanto più gravi sono i sintomi.

Catarro tubarico
Raccolta di muco all’interno della tromba di Eustachio, che collega l’orecchio medio con la faringe e che può andare incontro a processi infiammatori delle vie aree superiori. Nei bambini il fenomeno è cronico. I polipi e le tonsilliti non sono ad esso riconducibili. Negli adulti la patologia può essere ad insorgenza acuta secondaria a brusche variazioni di pressione e causata da malattie recidive o croniche del naso (setto nasale deviato, poliposi nasale) oppure dell’area naso-gola. Il paziente registra riduzione dell’udito, vertigini e dolore all’orecchio.


Compila la form sottostante per richiedere informazioni:

Nominativo:
E-Mail:
Oggetto:
Messaggio:
Acconsento al trattamento dei dati personali

ULTIMI EVENTI

Veneto Swing Festival a Montegrotto 8-9-10 Marzo 2019

Arrivano da tutto il mondo i ballerini che parteciperanno al Festival Swing di Montegrotto Terme, dall'8 al 10 Marzo 2019.

VISITA GUIDATA A VILLA CONTARINI GIOVANELLI - VENIER

Il 3 Febbraio 2019, andremo alla scoperta di Villa Contarini Giovanelli, a Vo' Euganeo.

Incontro con lo scrittore Massimo Carlotto

Conosciamo meglio Massimo Carlotto, scrittore padovano con più di 30 romanzi all'attivo. Presso la Biblioteca civica di Abano Terme, il 15 Gennaio 2019.

Articoli Correlati: